Il fundraising per la festa della mamma

Siamo davvero alle porte con la festa della mamma, un evento annuale che ormai sempre più spesso le nonprofit associano ad una campagna di raccolta fondi.
Se state leggendo questo articolo, vi troverete in piena operatività per il lancio e la realizzazione della campagna o vi starete accorgendo che oramai è tardi per intraprendere e organizzare qualcosa per quest’anno.
Ci sono però alcune cose che potreste comunque fare! Non tutto è perduto. Vi diamo tre idee da sviluppare rapidamente in questi ultimi giorni:

  1. Non avete ancora inviato la newsletter, già peraltro pianificata da tempo? Bene, potete integrarla o rivoluzionarla dedicando un articolo con una sezione dedicata sul vostro sito web proprio a festeggiare le mamme. Si può fare legando la propria causa al tema della festa. Se ad esempio vi occupate di ambiente e tutela degli animali, la protezione di specie animali femmine, il valorizzare il ruolo delle mamme nel mondo animale può essere un’idea da racchiudere anche semplicemente in un’immagine e uno slogan e una richiesta di condivisione sui social o di donazione diretta a finanziare quella specifica causa
  2. Potete utilmente lavorare sui social network, dove probabilmente riuscite anche a segmentare il vostro pubblico individuando il pubblico femminile e le mamme in particolare. Potete quindi raccontare delle storie in prossimità o il giorno stesso della festa, puntando a generare conversioni sul sito web per donare in favore della causa che volete lanciare. Se ad esempio vi occupate di ricerca e cura medica per patologie tipicamente femminili, potete raccontare storie di successo e dire quanto avete a cuore le mamme! Si tratta solo di un’idea che andrebbe valutata alla luce della missione e degli stili di comunicazione e andrebbe sicuramente impostata per tempo. Ma siete alle porte della festa e forse potete ancora fare qualcosa: in questi casi non si improvvisa, ma si può puntare sulla spontaneità. Un post fresco e sincero, a volte funziona molto di più di una campagna strutturata e pianificata in dettaglio.
  3. Potete ancora fare qualcosa ‘offline’. Specie se siete un’organizzazione di piccole dimensioni conoscete vicino a voi una pasticceria, o un negozio di fiori o di profumi che resterà aperto anche il giorno della festa della mamma. Provate a chiedere la disponibilità di ospitare i vostri volontari che possono offrirsi per completare il confezionamento del regalo alle mamme, magari anche solo mettendo un adesivo o un piccolo incarto. Aggiungete il vostro flyer di presentazione e raccogliete le donazioni di chi generosamente vuole associare un gesto solidale al regalo alla propria mamma. Operate invece nel campo dell’educazione dei bambini e dei ragazzi? Bene un’altra idea facilmente organizzabile anche in zona cesarini è quella di organizzare un laboratorio per i bambini finalizzandolo ad una realizzazione da regalare alle mamme. Un piccolo evento, che potrete arricchire con un momento di festa e di riconoscimento per le mamme, un gesto di attenzione che potrà essere diretto a generare coinvolgimento, reputazione dell’associazione e magari orientato anche a contribuire al finanziamento dei vostri laboratori!